Elezioni Nazionali Fidal 2021

Elezioni Nazionali Fidal 2021             DUE GIORNI INTENSI
“Ciao Andrea,ci vediamo  Sabato 30 alle ore 16.00 all’hotel American Palace di  Roma “.
Questo è il wa di Federico Leporati coordinatore dello staff di Stefano Mei e che mi ritrovo sul cellulare il venerdì prima.
Puntuale alle 16 di un sabato soleggiato di gennaio entro nella hall dell’hotel scelto come quartier generale del gruppo “Orgoglio del riscatto” e subito mi rendo conto dell’ organizzazione e del numero delle persone coinvolte.
Mi viene incontro Stefano:”Ciao Andrea tutto ok…? Per le questioni burocratiche devi andare in quella stanza,se hai bisogno di qualcosa fammi sapere,io sono qua.
La hall è un via vai di persone con la mascherina “Vota Mei” mentre fuori continuano ad arrivare pulmini da tutta Italia: Trentino, Campania,Veneto, Puglia. Scendono dirigenti, tecnici, atleti e sembra di conoscersi tutti.
Mi si avvicina una persona (un ragazzo direi) “Ciao te sei Salerno vero? Sono Carlo Cantales ci siamo sentiti per telefono due anni fa nel 2019 per una gara a Napoli. Dovevi iscrivere due atleti….”Vero! Cavolo che memoria!,piacere di conoscerti di persona, come hai fatto a capire che ero io?”
“Ho visto la tua società nella lista dei votanti e ho immaginato…tieni un piccolo gadget la nostra mascherina”.
Prima di andare a registrarmi come dirigente votante con deleghe alla Fiera di Roma mi riferma Mei: “Stasera mangi qui in Hotel Vero? Ti tengo un tavolino per due.”….”Ok….grazie!”.
Alle 20 mi ritrovo nella sala per la cena con vicino un tecnico di una società di Barletta, proprio quella di Pietro Mennea!….Alè, alle 22 sono ancora a parlare di categorie, gare,tempi, allenamenti, piste e campionati….vado a letto come se avessi corso.
Domenica 31 alle ore 10 dopo vari controlli e autocertificazioni varie sono sulla mia seggiola n 346 un Po in anticipo ma non volevo fare tardi.
Alle 11 si apre la riunione è subito parla il Presidente uscente Alfio Giomi.
Al termine sono tutti in piedi per un minuto pieno di applausi.
Iniziano gli interventi degli aventi diritto a parlare,3 minuti a testa e il Presidente della assemblea è categorico e inflessibile; interrompe allo scadere preciso preciso.
Alle 13.30 finalmente si vota.
Le votazioni avvengono in numerose postazioni dotate di badge (rilasciato all’atto della registrazione come avente diritto al voto e caricato con i dati della propria società) il quale letto da uno scanner fa aprire su uno schermo touch-screen una schermata con i nomi dei candidati. Quasi impossibile sbagliare.
Alle 15.30 viene dato il risultato, siamo dietro 24 mila circa Parrinello contro i 21 circa di Mei. Si va al ballottaggio e si avverte un Po di tensione generale.
Alle 16.30 si rivota e incontro Cantales “Carlo adesso gli esclusi per chi votano, ci possono aiutare?” “Forse ce la facciamo”, mi risponde fiducioso.
Il risultato finale lo apprendo che sono in macchina sulla strada per il ritorno, è Leporati a chiamarmi:
“Abbiamo Vinto!”
La sua voce felice mi fa emozionare, “Sono contento Chicco,grande risultato…” rispondo, e un po mi sento parte del gruppo e della squadra organizzatrice che ha lavorato tanto per questo obbiettivo.
Giornata infinita ma intensa e piena di emozioni, arrivo a casa alle 21 e penso:
Valeva la pena andare,valeva le pena essere presenti è stata una giornata storica,non potevamo mancare.
E così che una società cresce, mi dico, è così che una società vive, noi eravamo presenti…..FORZA ORANGE !
Andrea Salerno