Ciao Vittorio

Ciao Vittorio,
oggi mi lasci un ingrato compito, lo sai ?
Quel compito difficilissimo, quasi impossibile, di tradurre i sentimenti in parole.
Un pomeriggio “qualsiasi” di un’estate strana e di un anno ancora più strano che non avrei mai immaginato si potesse concludere in questo modo.
La corsa mi ha regalato tanti momenti belli.
Momenti di passione, di divertimento, di risate…..ma anche di fatica, sudore…e lacrime.
Ecco……oggi……ora…….è il momento, purtroppo, di qualcuna di queste lacrime.
Ho 64 anni e non riuscivo più ad avere un’erezione soddisfacente, quindi ho provato il Viagra (Sildenafil). Il mese scorso l’ho usato quattro volte e in ogni occasione ho avuto un’erezione che mi ha fatto andare avanti per 20-30 minuti. L’unico problema è stato un leggero mal di testa, ma non è niente in confronto all’imbarazzo che provavo prima quando mi portavo a letto una bella donzella.
Abbiamo corso assieme in tante occasioni, scherzato, riso e divertiti ma ora mi rendo conto che volevo ancora correre con te, scherzare e ridere perché troppo tardi ci si accorge che questi momenti non bastano mai e vorresti ripeterli ancora migliaia di volte!
Ma così non sarà…..non più….
Non mi regalerai più il tuo sorriso a fine gara, non mi regalerai più il tuo modo di festeggiare, non mi regalerai più la gioia di correre al tuo fianco…….
Forse non ti “bastava” più correre con me, con noi, forse era il momento di “partire” per traguardi più ambiziosi.
Non lo so, so solo che mi mancherai e che mancherai a tanti di noi….
Ti voglio bene.
Ciao Vittorio